LENTI INTRAOCULARI (IOL) FACHICHE


LENTI INTRAOCULARI (IOL) FACHICHE


Le lenti impiantate chirurgicamente, chiamate IOL fachiche, sono un’ulteriore opzione per il trattamento dei difetti rifrattivi come la miopia, l’astigmatismo e l’ipermetropia. Questa tecnica è particolarmente indicata nei casi dove non è possibile eseguire una correzione con il laser e dove il difetto rifrattivo è troppo elevato (miopia > 10 diottrie, ipermetropie > 5 diottrie) oppure se la cornea è troppo sottile o irregolare.

La chirurgia con lenti intraoculari è più invasiva della chirurgia laser, ma in caso di difetti forti permette una maggiore correzione ed una migliore qualità visiva rispetto a quest’ultima.


Le lenti intraoculari (IOL=Intra-Ocular Lens), che possono essere assimilate a delle lenti a contatto, vengono inserite all’interno di un occhio in cui non sia stato asportato il cristallino e possono essere posizionate anteriormente (camera anteriore=davanti all’iride) oppure posteriormente (camera posteriore=fra iride e cristallino). Lo scopo di queste lenti è quello di deviare i raggi luminosi in maniera che questi vengano focalizzati esattamente sulla retina. Contrariamente ad un occhiale che produce questo effetto dall’esterno o ad un intervento al laser che lo produce a livello corneale, le IOL fachiche agiscono dall’interno dell’occhio quindi più vicino al centro del sistema ottico e permettono di correggere praticamente ogni entità di miopia ed ipermetropia (meno precise sull’astigmatismo). L’impianto delle IOL fachiche è un intervento di veloce esecuzione, la IOL di materiale soffice e pieghevole viene inserita all’interno dell’occhio attraverso una piccola incisione che non necessita di sutura. L’intervento è consigliato soprattutto quando il difetto interessa un solo occhio (mentre l’altro è normale) oppure quando esiste una significativa differenza fra il difetto di un occhio e quello dell’altro in quanto l’operazione è utile perché elimina o riduce lo scompenso visivo causato da tale differenza.


VANTAGGI

  • Reversibilità: a differenza di ciò che accade con il laser non vengono alterate le strutture dell’occhio e della cornea. In caso di necessità è possibile in qualsiasi momento estrarre la lente dall’occhio ripristinando la situazione pre-operatoria.
  • Intervento ambulatoriale
  • Anestesia topica (gocce anestetizzanti) àIndolore
  • Rapidità risultato visivo: il giorno dopo l’operazione la vista è già molto buona. Questa si stabilizza poi in maniera definitiva in poco tempo e resta stabile.
  • Prevedibilità eccellente del risultato anche nei difetti elevati: se la correzione rifrattiva non dovesse essere completa è inoltre possibile affinarla con “ritocchi” laser (PRK, Femto-Lasik)
  • Ottima qualità visiva dei pazienti operati

SVANTAGGI

  • Intervento chirurgico che interessa l’interno dell’occhio (infezioni molto rare, ma possibili).
  • Possibile aumento della pressione dell’occhio (trattabile mediante terapia adeguata).
  • Possibile anticipazione dell’insorgenza di cataratta (che negli occhi affetti da un grave difetto refrattivo compare, in media, prima della popolazione generale anche in assenza dell’impianto della IOL).